Salvini vuole andare a processo sul caso Gregoretti. Le opposizioni temono la protesta dell’opinione pubblica

di Marco Trombetta

La giunta del Senato per le autorizzazioni a procedere ha dato il via libera al processo contro Salvini per i migranti della nave Gregoretti. Paradossalmente il voto favorevole è stato espresso dalla Lega. Con le opposizioni che non si sono presentate al voto.

Ora la decisione finale spetterà all’aula di Palazzo Madama che dovrà esprimersi entro il 17 febbraio. I giornali oggi sono pieni di retroscena e commenti: la Lega vuole far implodere, sulle contraddizioni del caso, la maggioranza giallorossa; Pd, M5s, Iv e Leu rinviano il più possibile la decisione per non compromettere il risultato delle regionali in Emilia Romagna che si potrebbero ripercuotersi sulla tenuta del Conte bis.

Una partita politica tutta tattica che ben presto vedrà (il 17 febbraio) la mossa finale.